Hai mai toccato Gesù?

Sceso con loro, Gesù si fermò in un luogo pianeggiante, dove si trovava una gran folla di suoi discepoli e un gran numero di persone di tutta la Giudea, di Gerusalemme e della costa di Tiro e di Sidone, i quali erano venuti per udirlo e per essere guariti dalle loro malattie. Quelli che erano tormentati da spiriti immondi erano guariti; e tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva un potere che guariva tutti. Luca 6:17-19


Indubbiamente, Gesù stava spopolando tra i villaggi e nelle città del Suo tempo. Il Suo parlare era costantemente accompagnato da segni e miracoli che lo distinguevano, senza ombra di dubbio. Inoltre, Egli era diventato il più rinomato predicatore del tempo, più di ogni altro oratore conosciuto nella storia del popolo. Fu da alcuni considerato al pari dei grandi profeti della storia e addirittura qualcuno pensava fosse, niente poco di meno che il profeta Elia, ritornato in vita.

Resta però il fatto che, anche se molti non avevano ancora capito chi veramente Egli fosse, le persone, se pur per ricevere soltanto una guarigione, lo seguivano e ascoltavano le Sue parole.

In così poco tempo, quel figlio del falegname di Nazareth, era riuscito a toccare il cuore delle persone, alimentando in loro una speranza di liberazione, ormai sepolta da molti anni, dalle tante sofferenze di una dittatura romana.

Nelle Sue parole c’era racchiusa una forza dirompente che spezzava le catene che legavano i cuori delle persone.

Tutti volevano toccarlo, tutti lo seguivano, tuti si radunavano ovunque Lui andasse, perché semplicemente Lui guariva gli infermi. La Sua fama lo precedeva tra i villaggi e ciò che faceva probabilmente, arrivava alle persone prima di ciò che diceva, ma, ciò che diceva, era però valorizzato e confermato da ciò che faceva.

La storia di Gesù, affascinava le persone sia in quei tempi, così come al giorno d’oggi, ma qualcosa sembra sia cambiato nel frattempo, forse oggi non c’è più chi lo tocca con quel fervore, con quell’ardore, con quella fede.

Abbiamo letto che la folla, ovunque Lui andasse, cercava di toccarlo, cercava un contatto con Lui, alimentata forse dalla speranza, mossa indubbiamente dalla fede, spinta inevitabilmente dalle esigenze, ma sta di fatto che trovava in Lui la soluzione al proprio problema, perché da Gesù usciva un potere che guariva tutti.

Cosa è cambiato?

E’ cambiato Gesù? Siamo cambiati noi? oppure non sentiamo più l’esigenza di toccarlo, perché non crediamo che Lui possa aiutarci?

Di certo, ognuno di noi deve rispondere personalmente a queste domande, che però, data la loro impellente importanza, sono vitali per raggiungere lo scopo finale di questa meditazione.

Hai mai toccato Gesù veramente?

Oggi, come ai tempi della Sua venuta, tu hai la possibilità di toccare Gesù. Certo mi dirai che non è possibile farlo perché Egli non è più presente fisicamente fra noi, ma quella potenza che usciva da Lui, proprio quella, ancora oggi può cambiare la tua vita, ancora oggi può risolvere il tuo problema, ancora oggi può spezzare le catene che ti legano, perché oggi Lui è presente in Spirito e Vita in mezzo a noi.

Pensa, oggi Egli, non è più limitato da un corpo che non può essere ovunque, ma se vuoi, Egli è proprio lì accanto a te, pronto a soccorrerti, così come a quei tempi, anzi, oggi Lui può fare molto di più per te, ma devi credere, devi avvertire di nuovo l’esigenza di toccarlo e di sentire il Suo tocco nella tua vita.

Come fare allora?

Basta che chiudi gli occhi lì dove sei, che preghi, chiedendogli di toccare la tua vita, di liberarti da ciò che ti lega. Dopodiché leggi la Sua Parola, la Bibbia, perché Egli parla ancora, così come allora e le Sue parole sono dolci e risolutive, cambieranno la tua vita, cambieranno in meglio il tuo mondo, cominciando proprio da te.

Dio ti benedica.

Condividi su:

Lasciaci la tua opinione